menu

lunedì 5 novembre 2012

l'imperativo in Spagnolo


Utilizzo dell'imperativo in spagnolo

In spagnolo come in italiano si usa l'imperativo principalmente per dare ordini ma anche per fare delle richieste o degli auguri. Si tratta di un argomento solitamente un po' ostico visto che vi sono delle differenze sostanziali con la nostra lingua (questo è uno dei casi in cui lo studio della grammatica ci aiuterà ad evitare qualche erroraccio)

Cominciamo ad analizzare le persone proprie dell'imperativo (tú, vosotros) per i verbi regolari (nelle tre terminazioni -ar, -er, -ir)

Hablar Habla (parla), Hablad (parlate)
Comer Come (mangia), Comed (mangiate)
Escribir Escribe (scrivi), Escribid (scrivete)

Ecco le desinenze da utilizzarsi con tutti i verbi regolari. Provate ad impararle a memoria:

sogg / termin.-ar-er-ir 
-a-e-e 
vostros-ad-ed-id 

Se vi riesce difficile ricordare le desinenze,  ricordatevi che, per la seconda persona singolare (),  la forma imperativa corrisponde alla terza persona singolare del presente indicativo (in pratica: per dire bevi! dobbiamo ricordarci come si dice lui beveél bebe. Quindi per dire bevi! si dice in spagnolo ¡bebe!).

Questo è uno sgambetto linguistico per noi italiani visto che tale regola per noi non vale (le forme dell'indicativo e dell'imperativo coincidono)

Rilassiamoci con qualche qualche esempio:

  • ¡Abre la ventana! (apri la finestra) (pronuncia)
  • ¡Come más despacio! (mangia più lentamente) (pronuncia)
  • ¡Bebe más agua! (bevi più acqua) (pronuncia)
  • ¡Hablad con vuestra hermana! (parlate con vostra sorella) (pronuncia)
  • ¡Leed el libro! (leggete il libro) (pronuncia)

Tutto chiaro fin qui? Bene perchè... le cose si complicano un po... Vi sono gli imperativi irregolari!! 


Imperativo dei verbi irregolari

(le irregolarità riguardano solo la seconda persona singolare tú)
  • decirdi
  • salir → sal
  • hacer → haz
  • ser → 
  • ir → ve
  • tener → ten
  • poner → pon
  • venir → ven

Vediamo qualche esempio:

  • ¡Ven conmigo! (vieni con me) (pronuncia)
  • ¡di la verdad! (dì la verità) (pronuncia)
  • ¡pon las manos sobre la mesa! (metti le mani sopra il tavolo) (pronuncia)
  • ¡sal de mi casa! (esci da casa mia) (pronuncia)


Imperativo con nosotros

E con il nosotros (noi) come si usa l'imperativo? Si prendono in prestito le desinenze del congiuntivo presente:

sogg / coniug.-ar-er-ir 
nosotros-emos-amos-amos 


Non abbattetevi e vediamo qualche esempio:

  • ¡Hablemos más despacio! (parliamo più lentamente!) (pronuncia)
  • ¡Comamos más fruta! (mangiamo più frutta !) (pronuncia)
  • ¡Escribamos una carta! (scriviamo una lettera!) (pronuncia)

Questo è un'altro sgambetto linguistico perché in italiano (pur valendo la stessa regola che prevede l'uso del congiuntivo) la prima persona plurale del congiuntivo presente è uguale alla prima persona plurale dell'indicativo presente! Questo ci può portare a dire per esempio (sbagliando) 

  • cerramos los ojos invece di cerremos los ojos (per dire: chiudiamo gli occhi!)

Non preoccupatevi è tutta questione di pratica. Se avete dei dubbi potete usare come salvagente la forma vamos a + infinito (vamos a escribir una carta → scriviamo una lettera)


Imperativo dei verbi riflessivi

Un'altra regoletta vale per i verbi riflessivi: le desinenze della seconda persona plurale (vosotros) perdono tutte la -d  finale prima dell'aggiunta del pronome personale:

  • sentarse (sedersi) →  (sentad = sedete; os = vi) sentados diventa senza la dsentaos (sedetevi)
  • callarse (stare zitti/azzittirsi) → (callad = azzittite; os = vi) callados diventa senza la d → callaos (state zitti /azzittitevi)

Una regola simile (sempre in tema di verbi riflessivi) vale anche per le desinenze della prima persona plurale (nosotros) che perdono la -s finale prima dell'aggiunta del pronome personale (ricordate che, come detto poco fa, per formare l'imperativo con nosotros prendiamo in prestito le desinenze del congiuntivo presente)
  • levantarse (alzarsi) → (levantemos = alziamo; nos = ci) levantemosnos diventa senza la slevantémonos

per la pronuncia clicca qui

Imperativo negativo

Molto più semplice l'imperativo negativo: si costruisce con no + congiuntivo presente
  • ¡no cantes(non cantare!)
  • ¡no hables! (non parlare!)
  • ¡no digas tonterias! (non dire stupidaggini!)
  • ¡no abras la ventana! (non aprire la finestra!)

 per la pronuncia clicca qui


Imperativo e pronomi personali

Quando l'imperativo accompagna i pronomi personali, se è in forma affermativa i pronomi vanno alla fine del verbo (attaccati), nella forma negativa i pronomi vanno davanti al verbo e separati (altra differenza con l'italiano)
  • ¡díselo! (diglielo) 
  • ¡no se lo digas! (non dirglielo)
  • ¡levántate! (alzati)
  • ¡no te levantes! (non alzarti)
  • ¡levantaos! (alzatevi)
  • ¡no os levantéis! (non alzatevi)

per la pronuncia clicca qui


Imperativo in America Latina

Ora siete abili e arruolati per andare in Spagna a dare ordini... ma vi manca ancora un dettaglio per usare l'imperativo in tutta l'America Latina. In molti Paesi oltre oceano, come probabilmente sapete, si usa ustedes al posto del vosotros. Quindi le coniugazioni dell'imperativo per la seconda persona plurale sono quelle di ustedes (la regola l'abbiamo già vista, per tutte le persone non proprie dell'imperativo come tú , vosotros si prendono  le desinenze del congiuntivo presente, ciò vale anche per ustedes).

Vediamo alcuni esempi nella forma affermativa

  • hablar → ¡hablad! (parlate! in Spagna) → ¡hablen! (parlate! in Am. Latina) 
  • sentarse → ¡sentaos! (sedetevi! in Spagna) → ¡siéntense! (sedetevi! in Am. Latina)

e negativa:

  • no comer  → ¡no comáis! (non mangiate! in Spagna) → ¡no coman! (non mangiate! in Am. Latina)
  • no levantarse →  ¡no os levantéis! (non alzatevi) → ¡no se levanten! (non alzatevi! in Am. Latina)

per la pronuncia clicca qui


Questo è tutto, 

Alla prossima,

Autore: Marco Santini







22 commenti :

  1. Bellissimo, anche se sono tonta e ci capisco poco sei stato bravissimo! Ma ti pare che io vado in Spagna a comandare? però la mia insegnante è terribile e pretende che io lo impari:Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l imperativo non serve solo per comandare; é importante anche per dare consigli, scrivere ricette o istruzioni

      Elimina
  2. Ce la puoi fare ad impararlo... basta un po di pratica! e un po di pazienza :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao io sono Colombiana e vivo in Italia sto imparando un sacco !Bravo!

      Elimina
  3. e l imperativo x le persone usted e ustedes come si forma?

    RispondiElimina
  4. Per usted e ustedes si prendono in prestito le coniugazioni della terza persona (sing e pl.) del congiuntivo presente... hable usted, hablen ustedes.

    RispondiElimina
  5. E con i PRONOMI RIFLESSIVI?

    RispondiElimina
  6. E l'imperativo con complemento diretto e indiretto?

    RispondiElimina
  7. Ciao "Anonimo" mi sono annotato le tue richieste... appena ho un po di tempo provo a scrivere qualche post specifico per "colmare il gap"! Ciao!

    RispondiElimina
  8. Sempre complimentissimi per i tuoi post e il tuo blog, che seguo con tanto piacere.
    Mi permetto di farti notare un piccolo errore, sperando di non fare la figura del saccentone. In questo post, parlando dell'imperativo per la prima persona plurale, dici che "in italiano noi usiamo l'indicativo e non il congiuntivo presente per l'imperativo della prima persona plurale". In realtà usiamo, come gli spagnoli, il congiuntivo presente, perché la regola grammaticale è identica a quella spagnola; il problema è che la prima persona plurale del congiuntivo presente è uguale alla prima persona plurale dell'indicativo presente. In spagnolo, purtroppo, le due forme sono differenti, e quindi a noi italiani scappa l'errore, perché tendiamo a usare la forma indicativa.

    RispondiElimina
  9. Ciao Josh, hai ragione grazie per la segnalazione... errore mio!!! devo studiarmi meglio anche la grammatica italiana allora! M.

    RispondiElimina
  10. Per carità, non volevo certamente dire questo. Grazie sempre per i post interessantissimi che scrivi.

    RispondiElimina
  11. Domani ho una verifica e questo post mi e' davvero utile per ripassare!!

    RispondiElimina
  12. Bravissimo sei stato più corretto e preciso della mia professoressa di spagnolo. Divertente la tua foto ahahah ������

    RispondiElimina
  13. Marco, a proposito di grammatica italiana, "un altro" si scrive senza apostrofo!!! :-)
    In italiano infatti esiste sia l'articolo "un" che l'articolo "uno" ¡Hasta luego! :-P

    RispondiElimina
  14. ehi ciao! molto ben spiegato! vorrei solo aggiungere (che qui manca) l'imperativo "argentino"(?)
    nel senso che in Argentina non dicono ¡canta!, ma ¡cantá! oppure dicono ¡vení! al posto di ¡ven! oppure ancora ¡decí! invece di ¡dí!, etc...
    Comunque complienti per la spiegazione molto chiara.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero!!! L'ho appena notato leggendo un blog di una ragazza argentina e stavo appunto cercando informazioni su questo!!!

      Elimina
  15. gran bella pagina. mi ha aiutato molto. grazie. Per quanto riguarda la cosa in argentino secondo me non ha senso. chi lo vuole in argentino se lo va a trovare in argentino
    può solo creare confusione secondo me

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l ultimo anonimo ha ragione. complimenti per la paginaaaaaaa

      Elimina
  16. Grazie 1000! sei veramente bravo

    RispondiElimina
  17. Puoi fare degli esempi con vosotros per esempio: portateli al prof (i compiti), portategli i compiti (al prof), portategli

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...